Il Borgogioioso – il Centro Commerciale di Carpi https://ilborgogioioso.it Fri, 05 Jun 2020 09:05:07 +0200 en-US hourly 1 https://wordpress.org/?v=5.2.6 Garden-sharing, condividere il proprio giardino con gli altri. Una splendida opportunità. https://ilborgogioioso.it/2020/06/05/garden-sharing-condividere-il-proprio-giardino-con-gli-altri-una-splendida-opportunita/ https://ilborgogioioso.it/2020/06/05/garden-sharing-condividere-il-proprio-giardino-con-gli-altri-una-splendida-opportunita/#respond Fri, 05 Jun 2020 09:02:39 +0000 https://ilborgogioioso.it/?p=4568

“Lend and tend”, arriva dall’Inghilterra l’ultima tendenza green.

Cos’è il garden-sharing? L’idea è semplice, ci sono persone che vorrebbero un giardino di cui prendersi cura ma non ce l’hanno, altre che ne hanno uno, ma manca il tempo o la voglia di occuparsene. Per rispondere a queste due esigenze, l’inglese Joyce Veheary ha creato una piattaforma on-line, www.lendandtend.com, che funziona in questo modo: ci si iscrive al sito, si compila un questionario e ci si presenta, sia che uno cerchi un giardino, sia che uno lo voglia prestare. In poco tempo Joyce o i suoi collaboratori mettono in contatto le persone che cercano un giardino con chi lo vuole affidare temporaneamente alle cure di qualcuno. Il successo in Inghilterra è stato immediato, qualche “connessione” è nata anche in Australia e negli Stati Uniti.
Il garden-sharing non tocca solo la vita dei singoli ma ha un impatto anche sulla vita di comunità, si possono costruire rapporti fra le varie generazioni, condividere conoscenze e far nascere nuove amicizie. Per alcuni anziani significa superare la solitudine, ripartire costruendo nuove relazioni. Ci si può sentire più coinvolti nella vita del quartiere, diventare dei vicini ancora migliori, potenzialmente ne guadagna anche la sicurezza delle nostre città. Conoscere nuove persone, magari quelle che consideravamo troppo diverse e distanti da noi. Trascorrere del tempo in giardino, all’aria aperta dimenticando il traffico e lo stress della nostra quotidianità non può che essere un ottimo motivo per vivere con entusiasmo l’esperienza del garden-sharing.
I benefici del giardinaggio sono davvero tanti, essere in uno spazio verde migliora il nostro umore, alcuni gesti come seminare o estirpare le erbacce aiutano la meditazione, rilassano, fanno bene all’anima. Osservare la natura, vedere le piante crescere ci rende più sereni, ci spinge ad apprezzare le piccole cose.
Quello che ci insegna Joyce è che la stessa esperienza positiva la possiamo vivere anche se ad occuparsi del nostro giardino è un’altra persona, come se le mani sporche di terra fossero le nostre.

]]>
https://ilborgogioioso.it/2020/06/05/garden-sharing-condividere-il-proprio-giardino-con-gli-altri-una-splendida-opportunita/feed/ 0
Cibo e speranza. Un grazie ai clienti. https://ilborgogioioso.it/2020/05/29/cibo-e-speranza-colletta-alimentare/ https://ilborgogioioso.it/2020/05/29/cibo-e-speranza-colletta-alimentare/#respond Fri, 29 May 2020 14:46:25 +0000 https://ilborgogioioso.it/?p=4564

Siamo stati in quarantena, chiusi nelle nostre case diventate all’improvviso tutto il nostro mondo. Abbiamo desiderato uscirne e poter tornare a una vita normale fatta di relazioni e attività, anche banali, come prendere un caffè, mangiare una pizza, girare in bicicletta.
Molti autorevoli commentatori hanno disquisito sugli effetti di questo tempo forzatamente sospeso. Hanno parlato di traumi e ferite, ma anche di capacità di reagire, e ci hanno elargito le loro conclusioni pessimiste, usciremo peggio, o ottimiste, saremo migliori.
Non è facile capire qual è lo spartiacque che fa scattare in una persona una reazione o l’altra. Forse più di una definizione di sé, conta un’opportunità. È quando ti trovi davanti qualcuno che mette a nudo la sua fragilità che scopri chi sei.
Tra i pessimisti, insospettabili poeti come il menestrello di Duluth, Bob Dylan, che si chiede: “Quante strade deve percorrere un uomo per essere considerato tale?” La risposta soffia nel vento, leggera, a volume così basso che noi non siamo, ancora, in grado di porgere l’orecchio ed ascoltare.

Il problema della fragilità di tanti nuclei famigliari, la cui domanda di aiuto sta crescendo in queste settimane, come certificano i settori competenti degli enti locali, di grandi e piccoli comuni dal Nord al Sud, come conseguenza della perdita di lavoro o del rallentamento dell’economia in conseguenza dell’epidemia sanitaria, ha sollecitato con forza le risposta di welfare del nostro Paese. Mentre il settore pubblico ha cercato di accelerare interventi e distribuzione dei buoni spesa, l’esplosione della domanda è andata più veloce e ha catalizzato le energie del Terzo Settore.
L’idea della colletta alimentare straordinaria del 23 maggio è nata in questo clima e, nell’incertezza che oggi accomuna tutti, era una vera scommessa. Presso Il Borgogioioso sabato 23 maggio sono state raccolte derrate alimentari pari a 1.165 kg e in tutta Carpi si è raggiunto la quantità totale di 5.370 kg, la cifra più alta finora raccolta attraverso iniziative di questo tipo.

E, allora, dobbiamo dirlo: ci sono i pessimisti della ragione ma anche gli ottimisti della volontà, quelli che messe da parte teorie e paure, aggiungono una o due cose alla lista della spesa, che forse non salva il mondo ma aiuta una famiglia. Al Borgogioioso sabato 23 maggio l’avete fatto in tanti. Avete regalato cibo e speranza. Stavolta la risposta nel vento, cari clienti, siete voi.

]]>
https://ilborgogioioso.it/2020/05/29/cibo-e-speranza-colletta-alimentare/feed/ 0
Festa Della Mamma 2020. Idee regalo beauty, haircare, fitness e green. https://ilborgogioioso.it/2020/05/08/festa-della-mamma-2020-idee-regalo-beauty-haircare-fitness-e-green/ https://ilborgogioioso.it/2020/05/08/festa-della-mamma-2020-idee-regalo-beauty-haircare-fitness-e-green/#respond Fri, 08 May 2020 11:00:55 +0000 https://ilborgogioioso.it/?p=4494

Il 10 maggio si avvicina, perciò è il momento di trovare le migliori idee regalo beauty (e non solo) per la Festa della Mamma 2020 per rendere felice una delle persone più importanti con tanti prodotti skincare, makeup, haircare ma anche fitness e green

Le mamme si danno senza risparmiare energie, tempo e salute. Lo hanno fatto anche durante “i giorni del Covid” perché essere mamma in queste settimane è stato un duro lavoro. Tutti confinati in casa diventata aula scolastica, ufficio, cucina full cooking, (uno dei luoghi più spericolati tra pane, pizza dolci, paste ripiene, piatti di pesce etc. sempre in dubbio tra la scarsità di lieviti e farine). Le mamme sono diventate esperte di logistica, pianificatrici di agende, informatiche, cultori di materie scolastiche. Tra call su WApp, Zoom e Meet non c’è stato un momento di respiro. Adesso è finita ed è il momento di recuperare tempo per sé! Per quanto prudente, torna la serenità e domenica abbiamo l’occasione di esprimere gratitudine con un abbraccio e un regalo! Vi lasciamo qualche suggerimento.

Haircare
È stato e continua ad essere uno dei crucci principali, specie da questa settimana con la riapertura degli uffici. Costrette dalla chiusura degli specialisti, che ci auguriamo tutte di rivedere presto, in tempi di covid 19 siamo anche diventate estetiste e parrucchiere. Alle prese con la ricrescita dei capelli, vi segnaliamo alcune idee dal volantino di offerte COOP, come il Trattamento per capelli Antica Erboristeria e la colorazione per capelli excellence creme de L’Oréal. Un’altra alternativa, fuori volantino, la linea OLIA di Garnier (uno dei prodotti andato sold out nelle scorse settimane). Per le applicazioni molto utili i tutorial di ClioMakeUp, tra i più cercati in rete. E, sempre su suggerimento della rete, va segnalato il video di Eva Longoria, anche questo clikkatissimo, che ha sfidato ogni pregiudizio sul capello bianco mostrando come coprirli con un ritocco (perfetto) temporaneo.
https://bit.ly/2WBk8vO
https://bit.ly/35D85Cl
https://bit.ly/3fuTOfx

Bodycare
Siamo entrati in lockdown con le scarpe invernali e usciamo con i sandali perciò la cura dei piedi è una delle prime emergenze. Ancor di più se costretti in scarpe e sovrascarpe isolanti. Vi segnaliamo dal volantino COOP la maschera per i piedi e l’olio di mandorle dolci I Provenzali. Mentre dall’erboristeria Il Fauno la crema levigante per piedi screpolati oppure quella riposante, entrambe de L’Erbolario. Mentre presso la parafarmacia E’QUI, Bionike Proxera, l’emulsione corpo per una coccola lunga 400 ml.
https://bit.ly/2WBk8vO
https://bit.ly/2yrA77J
https://bit.ly/3dmerZp

Skincare e handcare
Sempre presso l’erboristeria Il Fauno per un meritato regalo segnaliamo Aspersina Rinnova (di Pharmalife), una crema per il viso intensiva levigante giorno e notte, che rinnova la pelle e riduce le macchie scure. Mentre dal volantino con le offerte Ipercoop Eucerin Ph5 soft cream, da 450 ml e la Linea Neutrogena trattamento dermocosmetico, entrambe in sconto. Con l’obbligo delle mascherine la pelle del viso può risentirne ma da E’QUI si trova l’ottima acqua micellare per pelli sensibili di La Roche Posay, da 750 ml! con lo sconto.
https://bit.ly/2Wch4r5
https://bit.ly/2WBk8vO
https://bit.ly/3cg9LEm

Le mani sono al centro di mille attenzioni, e per l’igienizzazione da E’QUI, parafarmacia, ampia scelta tra ben 8 diversi gel. Mentre presso Il Fauno è interessante tutta la linea 3Rosa, acqua di profumo, bagnoschiuma, crema corpo e crema mani oltre al gel igienizzante alla lavanda.
https://bit.ly/2xH4tT8
https://bit.ly/3frHixh

Fitness
Stare a casa è stato importante ma ci ha privato di palestre e attività fitness. Adesso siamo pronte a riprenderci, con il dovuto distanziamento, parchi e ciclabili per un po’ di sano esercizio fisico. È tempo di mettere mano all’abbigliamento sportivo e, subito esaurita ma con nuove quantità in arrivo, va segnalata la collezione Champion per Chiara Ferragni, la collezione più cool per il tempo libero e la palestra che farà sorridere ogni mamma.
https://bit.ly/3dvuc0h

 

Green
Per le mamme con pollice verde che hanno dedicato tempo e cura alle piante su balconi e terrazzi ha riaperto OBI che ci ha tenuto compagnia con diverse OBITips durante il lockdown e che ora possiamo implementare andando direttamente nel punto vendita per tante idee arredamento, fioriere e piante per regalare alle mamme un angolo tutto loro dove finalmente mettere aprire i libri che avrebbero voluto leggere ma a causa del super lavoro delle scorse settimane non l’hanno potuto fare.
https://bit.ly/2SILwXC
https://bit.ly/35F9UOV

]]>
https://ilborgogioioso.it/2020/05/08/festa-della-mamma-2020-idee-regalo-beauty-haircare-fitness-e-green/feed/ 0
L’orto sul balcone. https://ilborgogioioso.it/2020/04/23/lorto-sul-balcone/ https://ilborgogioioso.it/2020/04/23/lorto-sul-balcone/#respond Thu, 23 Apr 2020 15:00:28 +0000 https://ilborgogioioso.it/?p=4444

Profumerà di limone, fragole ed erbe aromatiche l’estate degli italiani? Sembra proprio di sì almeno stando ai dati di una ricerca resa nota, lo scorso 18 aprile, da Coldiretti che, nonostante lo stop parziale di vivai e rivendite di semi, certificata l’ampia passione green di oltre il 60% degli italiani. Secondo l’indagine terrazzi e balconi, complice anche il periodo di lockdown, ben più decisamente rispetto agli anni precedenti, stanno diventando spazi per orti verticali, micro coltivazioni di verdure di uso quotidiano oltre che giardini sospesi pieni di colore e profumi. Una passione resa possibile dal venir meno delle restrizioni sui punti vendita dedicati che, da questa settimana, vede la riapertura dei punti vendita di Obi.

Il sogno di realizzare un orto domestico con una produzione casalinga di pomodori, zucchine e lattughe da utilizzare nelle lunghe giornate in cucina, insieme basilico, rosmarino, salvia, timo e mentuccia sembra a portata di terrazzo! E sono molte le offerte del mercato per preparare l’orto in terrazzo: tra peperoni, cetrioli, melanzane, peperoncini piccanti dalle mille forme, rotondi, a cono, a campana, pomodori con i frutti piccoli e dolci, fagiolini e ogni tipo di ortaggio capace di crescere in vaso, la scelta non manca. Si tratta in alcuni casi di varietà nane ottenute naturalmente attraverso incroci, ma anche di normali prodotti dell’orto che si adattano a crescere anche in spazi ridotti come i vasi, oppure in appositi supporti che si sviluppano in verticale, sfruttando al meglio lo spazio limitato, per ottenere dolcissime fragole o saporiti pomodorini a ciliegia. Nell’ultimo mese le piantine più richieste sono state quelle di insalata, semplici da coltivare e che garantiscono il raccolto dopo appena 40 giorni con un costo di soli pochi centesimi di euro, ma molto gettonate sono anche le piantine mignon di pomodoro e di fragole.

Gli ortolani da balcone, confinati in casa ma aperti a internet, consultano online su riviste e tutorial informazioni per l’esposizione del balcone, perché le piantine necessitano di una buona dose di luce e calore per crescere bene, sul tipo di terriccio, che deve essere sufficientemente ricco di nutrienti, trattenere l’acqua senza che si crei ristagno idrico. La svolta bio tocca anche gli antiparassitari: per ottenere sani e gustosi ortaggi si raccomanda di non utilizzare prodotti antiparassitari, ma di difendere le proprie coltivazioni con reti anti-insetto o tessuto non tessuto, o asportare manualmente gli insetti.

Intanto corre in parallelo la passione per piante e fiori con top di richieste per limoni, bellissimi e profumati anche da vaso, bouganville, ibiscus, gerani, azalee e petunie che con la consueta cascata di fiori contribuiscono a creare un’escape room green.

Come scriveva Eugenio Montale, sui terrazzi e balconi pieni di vita e profumi, “per miracolo tace la guerra” quando tra il fogliame “ci si mostrano i gialli dei limoni, tocca “anche a noi poveri, – per la poca libertà concessa dal lockdown – la nostra parte di ricchezza ed è l’odore dei limoni”.

]]>
https://ilborgogioioso.it/2020/04/23/lorto-sul-balcone/feed/ 0
Verdure da bere!  https://ilborgogioioso.it/2020/04/22/verdure-da-bere/ https://ilborgogioioso.it/2020/04/22/verdure-da-bere/#respond Wed, 22 Apr 2020 06:48:00 +0000 https://ilborgogioioso.it/?p=4441

Volete fare un pieno di vitamine e sali minerali? Ecco i centrifugati più buoni!

Carote, finocchio e sedano.
3 carote, 1 finocchio (solo il cuore), 1 gambo di sedano bianco e del succo filtrato di limone. Raschiate le carote con il coltello, lavatele, asciugatele, ponetele nella centrifuga a pezzi e spremetene il succo. Otterrete circa ½ bicchiere. Centrifugate anche il finocchio e il sedano, avrete circa 4 cucchiaiate di succo. Versate i succhi ricavati in un bicchiere uniti al limone.

Peperone e pomodoro.
1 grossa falda di peperone giallo o verde, a piacere. 150 grammi di pomodori maturi, qualche foglia di basilico. Tagliate a pezzi i pomodori privandoli dei semi. Eliminate dalla falda di peperone le costole bianche e i semi, e tagliatela a tocchetti. Ponete pomodori e peperoni nella centrifuga, unite con qualche foglia di basilico.

Cetriolo e carota.
1 cetriolo, 2 carote, qualche foglia di prezzemolo, del succo filtrato di limone. Lavate il cetriolo, tagliatelo a pezzi e ponetelo nella centrifuga. Aggiungete le carote tagliate a pezzi e le foglie di prezzemolo. Centrifugate raccogliendo il succo in un bicchiere insieme a quello del limone filtrato.

Zucchine, menta e basilico.
4 zucchine, 1 rametto di menta fresca, 1 rametto di basilico e succo filtrato di limone. Lavate le zucchine, non pelatele e ponetele nella centrifuga insieme alle foglie di menta e basilico. Centrifugate raccogliendo il succo in un bicchiere, unite quello del limone precedentemente filtrato. Mescolate con un cucchiaio e servite al naturale, magari aggiungendo un po’ d’acqua. Volendo, potete sostituire il succo di limone con 1 cucchiaiata di aceto di mele.

]]>
https://ilborgogioioso.it/2020/04/22/verdure-da-bere/feed/ 0
Siamo tutti in casa, dedichiamoci al decluttering! https://ilborgogioioso.it/2020/04/16/siamo-tutti-in-casa-dedichiamoci-al-decluttering/ https://ilborgogioioso.it/2020/04/16/siamo-tutti-in-casa-dedichiamoci-al-decluttering/#respond Thu, 16 Apr 2020 08:34:33 +0000 https://ilborgogioioso.it/?p=4392

La traduzione di decluttering è semplice, fare spazio, togliere quello che ingombra. L’ambasciatrice mondiale della materia è la star giapponese Marie Kondo, esperta di riordino, autrice di libri di grande successo e popolare volto televisivo.

Da dove iniziare? Innanzitutto essere consapevoli che stiamo per fare qualcosa di importante per noi stessi, il nostro benessere, conservare solo le cose che ci servono realmente e che ci fanno stare bene.

Siamo costretti a rimanere in casa, facciamo un programma, scegliamo un giorno della settimana e abbiniamolo ad una stanza. Scegliamo da dove partire, svuotiamo tutto, cassetti, armadi, così da avere tutto sott’occhio. Dividere gli oggetti, quelli da tenere e quelli da eliminare. Quello che non ci serve più lo possiamo buttare nel cassonetto, regalarlo ad una persona cara, fare inserzioni su Ebay. In questa fase è consigliato l’utilizzo di contenitori, anche le scatole delle scarpe possono andare bene. Assolutamente vietato portare qualcosa in garage o in soffitta. Al termine di ogni giornata vi sentirete già meglio, il buonumore è garantito.

Ognuno deve avere i propri spazi, ma è importante che tutti collaborino per mantenere la casa in ordine. Questo aumenterà l’armonia fra tutti i membri della famiglia o fra coinquilini. Come consigliato da Marie Kondo, terminate la vostra attività di riordino con gli oggetti sentimentali, quelli a cui siete più legati.
Una volta che abbiamo sistemato tutto, possiamo guardare gli ambienti della nostra casa con gioia. Ma siamo solo all’inizio, ora sappiamo come mantenere l’ordine e soprattutto come comportarci con i nuovi vestiti, i nuovi libri e tutti i nuovi oggetti che entreranno in casa nostra. Abbiamo lavorato sodo, ma ne è valsa davvero la pena.
]]>
https://ilborgogioioso.it/2020/04/16/siamo-tutti-in-casa-dedichiamoci-al-decluttering/feed/ 0
Il coniglio e l’uovo, una caccia senza fine! https://ilborgogioioso.it/2020/04/08/il-coniglio-e-luovo-una-caccia-senza-fine/ https://ilborgogioioso.it/2020/04/08/il-coniglio-e-luovo-una-caccia-senza-fine/#respond Wed, 08 Apr 2020 08:00:01 +0000 https://ilborgogioioso.it/?p=4391

Sono i simboli della Pasqua e anche in questo anno, davvero singolare, coniglietti e uova di cioccolato saranno sulle nostre tavole per la gioia dei bambini e la nostalgia dei grandi. Consegnati at home, distribuiti da associazioni di beneficenza oppure pazientemente cercati presso i punti vendita aperti, con rispetto dei tempi di attesa e di tutte le prescrizioni oggi in atto. Sia come sia, le magiche uova di cioccolato saranno la sorpresa consueta del mattino di Pasqua in attesa di essere aperte a fine pranzo, per chi saprà rispettare la tradizione, oppure subito dai più piccoli che non possono resistere. Ma in ogni attesa c’è una gioia nascosta. E proprio il gioco della ricerca delle uova è una delle “cacce” del giorno di Pasqua più appassionanti. Nata nel contesto anglosassone e tedesco, la Easter Egg Hunt, è una vera caccia al tesoro degna del miglior manuale delle Giovani Marmotte. La tradizione vuole che il coniglietto pasquale, Easter Bunny, nasconda in giardino o in casa, oppure sul terrazzo, uova di cioccolato o dipinte oppure in alternativa di plastica con all’interno dei doni. I bambini devono cercare di trovare l’uovo che il coniglietto pasquale ha portato loro in regalo facendosi guidare da piccoli indizi, bigliettini con piccoli giochi di enigmistica oppure disegni.

L’utilizzo di giochi con le uova, soprattutto per i bambini inglesi, continua anche a Pasquetta con una delle gare più praticate durante le merende l’egg roll, l’uovo che rotola); si tratta di un gioco tanto popolare quanto antico in cui i bambini fanno rotolare giù per una collina delle uova sode decorate, che poi inseguono cercando di arrivare per primi al traguardo. Il premio è di solito un uovo di cioccolato in palio. Una variante, molto conosciuta in Italia e utilizzata nelle feste coi ragazzi e nei periodi di Carnevale, è la corsa dell’uovo sul cucchiaio.

Anche se la quarantena costringerà tutti ad una Pasqua domestica, potrebbe essere una bella idea organizzare con i bambini una Eastern Egg Hunt provando a realizzare uova colorate o sagome di pulcini e coniglietti con materiali di riciclo, seguendo uno dei tanti tutorial che si trovano in rete, come quello che qui vi riportiamo da un noto blog molto apprezzato dalle mamme: https://www.pianetadonne.blog/tantissimi-fai-la-pasqua-materiali-riciclati-tante-idee-decorazioni-regali/.

Allo fine tanta buona cioccolata a tutti che aiuterà il nostro umore e ci aiuterà a capovolgere anche una piccola disavventura in un’avventura piena d’affetto coi nostri bimbi.

Buona Pasqua e golosa caccia a tutti e che, come recita la filastrocca, il gioco non abbia mai fine!

An Easter egg for you
The eggs are in the basket
I’ll share them with a friend
Our Easter egg hunt
Will never ever end!

 

]]>
https://ilborgogioioso.it/2020/04/08/il-coniglio-e-luovo-una-caccia-senza-fine/feed/ 0
Siamo tutti a casa. Poche regole per una biblioteca personale! https://ilborgogioioso.it/2020/04/03/siamo-tutti-a-casa-poche-regole-per-una-biblioteca-personale/ https://ilborgogioioso.it/2020/04/03/siamo-tutti-a-casa-poche-regole-per-una-biblioteca-personale/#respond Fri, 03 Apr 2020 10:24:48 +0000 https://ilborgogioioso.it/?p=4384

I LIBRI SONO LA NOSTRA STORIA PERSONALE.
Chi legge libri, d’occasione o con assiduità, fissato in un genere oppure onnivoro, ha esperienza di un mondo vasto per geografia, cultura, abitudini, temperamenti.

Non sarà così meritevole come fondare biblioteche pubbliche, ma anche una piccola biblioteca privata rappresenta, specie in questi giorni, un granaio di riserva contro l’inverno dello spirito in cui è forse anche più facile sprofondare. Vi suggeriamo poche regole per una biblioteca personale in cui rinfrancare lo spirito.

1.PICCOLA MA NON BANALE.
Le dimensioni non contano (parliamo sempre di libri); un delizioso ripiano con una dieci volumi scelti con gusto tra i classici è inattaccabile. Non dimenticate l’ironia, Truman Capote amava Colette.
Personalità.
Avete comprato un Maugham a Singapore, un Hemingway a Key West, una Achmatova a Mosca, conservando all’interno un timbro della libreria? Evidenziarlo vi permetterà di rendere unici i vostri volumi e costituiranno una piccola invidiabile “geografia” del mondo letterario.

2.ORIGINALITA’.
Di alcuni autori, che avete letto la prima volta tradotti (e che male c’è?), comprate il testo originale. Si faranno compagnia. Di alcuni testi originali, invece, collezionate più traduzioni magari di specialisti, germanisti per La montagna incantata, o da scrittori affermati, come il Sentimental Journey tradotto da Foscolo.

3.ACCESSIBILITA’.
I libri si leggono – e si rileggono – anche solo sfogliandoli. Non mettete tra voi e la biblioteca una barriera architettonica: piante, tavolini, poltrone o peggio un ripiano altissimo o un angolo poco frequentato della casa. Più i libri sono a portata di mano più sono inspiring.

4.MELTING POP.
Le edizioni economiche vanno alternate a quelle di pregio. I generi vanno praticati tutti anche se alcuni, lontani dal vostro gusto, con più moderazione. Lo snobismo dei libri è molto inclusivo.

5.APPARTENENZA.
Dimostrate nei confronti dei vostri libri un’elegante ma ferma gelosia. Non impeditegli di uscire di casa e soprattutto non fate domande quando tornano, ma non cedeteli mai perché sarete sicuramente tentati di ricomprarli. Né traditeli con lo smartphone quando li avete davanti.

6.INSOSTITUIBILITA’
Quando viaggiate, lei (la biblioteca s’intende), non può venire con voi. Categorico. Il kindle è comodo in viaggio e in vacanza ma sfogliare il libro resta un piacere impagabile. Ma l’unico vostro vero riferimento, la specialissima biografia individuale, resta la vostra biblioteca personale. Il libro che avete letto al liceo, la poesia che vi ha recitato il primo amore, il libro sul treno mentre andavate all’università, quello letto mentre tornavate a casa dal lavoro. Quello che vi ha citato il vostro capo. Quello che vi ha consigliato vostra moglie. Quello che tutti gli amici vi hanno raccontato. Quello scoperto per caso e che ci ha appassionato. Più nostro di ogni consiglio o richiesta. Una scelta libera nel nostro percorso di lettore. Con la nostra voce.

7.UMILTA’.
Amate le bancarelle dei libri usati e le biblioteche pubbliche, sono le vostre, umili e discrete, insegnanti di ripetizione. Dove trovare oggi L’ombra delle colline di Giovanni Arpino con prefazione di Lorenzo Mondo?

8.CIRCOSPEZIONE.
Sappiate che c’è gente cattiva in giro. Persone che quando entrano in casa vostra si faranno un’idea indelebile di voi guardando i titoli della vostra libreria. Hanno ragione. Siete quello che leggete.

9.COERENZA.
Proprio per evitare passi falsi i libri vanno organizzati. Come? Per autore o per titolo? Per temi o per data di pubblicazione? Secondo i paesi di provenienza, o i luoghi dove nacquero i loro autori, simulando una grande geografia del sentimento del mondo come suggerisce Eco ne Il nome della rosa? A seconda della lingua? Per collane? Per soggetti o argomenti o generi (poesia, letteratura, saggistica, fumetto, spiritualità, etc.)? Scegliete il criterio che preferite ma non mescolateli, dareste un’immagine confusa e contradditoria di voi.

10.LAST BUT NOT LEAST
Approfittate di queste giornate per sistemare la vostra libreria personale secondo l’ordine che preferite e cogliete l’opportunità per diventare un vero bibliofilo!

]]>
https://ilborgogioioso.it/2020/04/03/siamo-tutti-a-casa-poche-regole-per-una-biblioteca-personale/feed/ 0
La poesia salva il mondo! https://ilborgogioioso.it/2020/03/27/la-poesia-salva-il-mondo/ https://ilborgogioioso.it/2020/03/27/la-poesia-salva-il-mondo/#respond Fri, 27 Mar 2020 15:56:55 +0000 https://ilborgogioioso.it/?p=4368

Sono emersi dal silenzio in cui relega il rumore disordinato della superficialità e si sono chinati sul dolore del mondo, ascoltandone le voci, contandone le lacrime, trovando parole di conforto e di speranza: sono i poeti. Perché la poesia, “allodola di fuoco”, “accendere le persone, passare sugli occhi e sulle labbra, sfiorando il cuore” ( Davide Rondoni ). Se “la poesia è quasi niente nell’aria del mondo” (Rondoni) e passa come silenziata, nei tempi in cui tutto è accadere, è rincorsa, è sguaiato, essa esplode come fuoco davanti al ghiaccio del dolore.

La prima voce all’inizio di marzo è quella di Andrea Melis con un canto guerriero e coraggioso di vita: “Lavatevi le mani / ma andate scalzi / e baciate la terra ferita. “Starnutite pure nel gomito / ma leccate le lacrime di chi piange. (…) Per ogni nuovo contagio / accarezza un bastone / pianta un fiore / raccogli una cicca da terra, / chiama un amico che ti manca / narra una fiaba a un bambino. ”

Qualche giorno dopo, sul quotidiano Avvenire, https://www.avvenire.it/opinioni/pagine/ma-a-salvarci-tutti-sar-la-gentilezza , Davide Rondoni elogia la gentilezza di chi cura e aiuta: “Appare e scompare rapida, in gesti quasi impercettibili. Una attenzione verso qualcuno che sta entrando, un sorriso cortese in più, una sfumatura di cura. Soprattutto verso quelli che sentiamo più esposti. ”

Ma a toccare il cuore di tutti è “lo squillo che squarcia la solitudine”, la definizione è di Mario Calabresi, in Altre storie, https://www.mariocalabresi.com/ . L’iniziativa di Franco Arminio , poeta “paesologo”, che ogni giorno dalle 9 alle 12 parla al telefono con chi lo contatta. Poesia al telefono e ascolto profondo di tante voci provano dal dolore, una telefonata da Bergamo dice “qui la gente scompare”, dalla solitudine, dalla paura, dall’isolamento forzato. Oltre a una commoventi iniziativa, la proposta di cinque minuti di silenzio “alla memoria” per domenica 29 marzo alle 12, poesie, e il decalogo di sopravvivenza poetica che qui riportiamo:

  1. Leggere una poesia prima di pranzo e prima di cena.
  2. Spegnere la televisione almeno due ore prima di andare a letto.
  3. Telefonare a una persona che non sentiamo da molto tempo, basta una telefonata al giorno, non c’è bisogno di esagerare.
  4. Affacciarsi al balcone, ma non è necessario parlare, affacciarsi da solo per prendere l’aria.
  5. Impegnarsi a sconfiggere il virus con la certezza che stiamo ai nostri familiari tutto l’amore che possiamo osare.
  6. Oltre a mangiare, fare almeno due cose al giorno tutti assieme.
  7. tenere acceso un solo computer alla volta.
  8. Spegnere il telefonino dopo le 10.00 di sera.
  9. Cantare almeno una canzone al giorno, un balcone chiuso, un rito domestico, non destinato a essere spedito a nessuno.
  10. Passare almeno 20 minuti al giorno in cui nessuno fa niente. Non si sistema la libreria, non si legge, non si guarda la televisione, non si innaffiano le piante. Venti minuti dedicati all’immaginazione.

E per aiutarvi a dare attuazione al primo punto vi suggeriamo di leggere “Sono giorni preziosi”.

SONO GIORNI PREZIOSI
Tutto ciò che non era nostro
è caduto, ora dobbiamo vivere
con ciò che ci resta,
ora sappiamo che la vita è enorme
anche quando è silenziosa e ferma.
Il sacro è tornato, è sacro
scrivere una lettera, aspettare un abbraccio
alla fine di questa sventura, parlare d’amore, accompagnare qualcuno nel fiordo
della tua paura.
Sono giorni rari, sono giorni preziosi,
facciamo qualcosa per meritarceli,
in fondo è un privilegio essere qui,
ognuno a casa sua
ma tutti insieme nella casa del mondo.
Franco Arminio

]]>
https://ilborgogioioso.it/2020/03/27/la-poesia-salva-il-mondo/feed/ 0
Siamo tutti a casa. Come non sprecare il cibo! https://ilborgogioioso.it/2020/03/23/siamo-tutti-a-casa-come-non-sprecare-il-cibo/ https://ilborgogioioso.it/2020/03/23/siamo-tutti-a-casa-come-non-sprecare-il-cibo/#respond Mon, 23 Mar 2020 17:00:46 +0000 https://ilborgogioioso.it/?p=4358

NON SPRECATE IL CIBO!
Dobbiamo trascorrere molto tempo in casa. Che l’emergenza Coronavirus sia l’occasione per imparare a conservare meglio gli alimenti che acquistiamo. Un cittadino italiano butta in media, ogni anno, 76 Kg di cibo perfettamente consumabile.

1.PROGRAMMA I TUOI PASTI.
Scrivi il programma dei tuoi pasti del giorno, la sera prima, e rispettalo! Controlla cos’hai in cucina, prima di tutto in frigorifero. Controlla bene le date di scadenza. Esci per fare la spesa solo se strettamente necessario.

2.SCEGLI LE PICCOLE PORZIONI.
Se proprio si ha una fame da lupi, meglio concedersi un bis. Troppe volte non consumiamo tutto il cibo che abbiamo nel piatto.

3.NON SPRECARE IL PANE RAFFERMO.
Non esiste cibo più facile da riutilizzare. Il pane raffermo è un ingrediente presente in decine di ricette che spaziano dagli antipasti ai dolci. Tutte facili da preparare.

4.NUOVA VITA AGLI AVANZI.
Zuppe, stufati, risotti sono tutti modi fantastici per consumare avanzi di verdure, di carne o legumi, come anche le frittate (avanzi di verdura) o polpette. Le estremità di molti vegetali possono essere conservate e riutilizzate poi nelle zuppe. Gli avanzi dei formaggi possono essere usati per le torte salate. La frutta e le verdure più mature possono essere impiegate in frullati o centrifugati.

5.OCCHIO ALLA DATA DI SCADENZA.
Comprendere bene il significato di ‘consumarsi preferibilmente entro il’.  Se conservati correttamente i prodotti freschi possono durare più a lungo di quanto si pensi. La data sull’etichetta è semplicemente una guida all’utilizzo, fidarsi della propria vista e del proprio olfatto prima di buttare via del cibo.

6.CONSERVARE IN MANIERA INTELLIGENTE.
Il cibo può aumentare la sua durata per giorni, settimane e persino mesi. Non tutta la frutta e la verdura però può essere conservata in frigorifero, ad esempio, pomodori, patate, aglio, avocado, banane. Anche il caffè va conservato a temperatura ambiente.

7.NEL CASSETTO, DIVIDERE FRUTTA E VERDURA.
I frigoriferi hanno uno o due cassetti progettati per mantenere l’umidità e per aiutare a tenere frutta e vegetali ad una temperatura di conservazione più adatta. Tenere frutta in un cassetto e vegetali su un ripiano a parte.

 

 

 

 

]]>
https://ilborgogioioso.it/2020/03/23/siamo-tutti-a-casa-come-non-sprecare-il-cibo/feed/ 0